Hai trascurato il tuo giardino e adesso è pieno di erbacce? Non preoccuparti, liberarsi delle piante infestanti non è poi così complicato. In alcuni casi, infatti, è sufficiente adottare pochi e semplici rimedi naturali per far sì che il tuo giardino torni ad essere quello di una volta.

Come ridurre le erbacce da giardino:  i rimedi naturali

Per ridurre l’erbaccia non è assolutamente indispensabile far uso di diserbanti e prodotti chimici, che rappresentano pur sempre un rischio per l’ambiente e la tua salute. Anche in questi casi la natura ci viene in aiuto con una serie di soluzioni e rimedi a basso costo e a basso impatto ambientale.

Come ridurre le erbacce da giardino: sale e aceto

Un’ipotetica soluzione, ad esempio, è quella di scavare delle buche abbastanza profonde e strette accanto alle erbacce infestanti e riempirle completamente di sale grosso da cucina. A questo punto potrai ricoprire il tutto con la terra e non dovrai far altro che attendere che il tempo faccia il suo corso.

Potrà sembrarti stano, eppure dopo poco tempo noterai una perdita di vitalità delle radici con conseguente morte della pianta in questione. Questo metodo è quindi molto efficace al punto tale da dover essere applicato con molta attenzione. Il consiglio, infatti, è di ricorrervi solo se le erbacce sono lontane da coltivazioni o altre piante che non necessitano di essere estirpate. Diversamente, infatti, potresti rischiare di danneggiare e provocare la morte di piante a cui tenete.

Oltre all’impiego di sale grosso, un altro rimedio naturale molto efficace è quello di abbinarlo con aceto bianco. In particolare dovrai riempire un secchio con cinque litri d’acqua, aggiungere un chilogrammo di sale marino fino e mezzo litro d’aceto bianco. Dopo aver miscelato il tutto, potrai versare il composto sulle piante infestanti. Rispetto al metodo precedente inoltre quest’ultimo è anche più rapido. Sin dal giorno seguente le erbacce saranno sparite e non ricresceranno per un lungo periodo.

Come ridurre le erbacce da giardino: sapone e carta di giornale

Un rimedio altrettanto naturale ed efficace è anche quello di utilizzare il sapone di marsiglia. In particolare, il sapone andrebbe grattuggiato e diluito in cinque litri di acqua calda. Appena il sapone si sarà completamente sciolto, potrai versare il composto sulle erbacce. Dopo poco tempo le piante cominceranno a morire e potrai così liberartene completamente.

Se invece la zona infestata dalle erbacce è piuttosto ampia o vicina ad altre piante a cui tieni molto, potresti adottare un metodo diverso. In questo caso infatti un rimedio facile e semplice e che ti consenta di proteggere le restanti piante del giardino è quello di ricoprire le erbacce con carta di giornale. Il consiglio è di utilizzare tre o quattro strati di fogli, in base all’area da coprire. Privando le piante della luce, poco a poco periranno da sole, non potendo più svolgere la fotosintesi clorofilliana.

Come ridurre le erbacce in giardino: le tecniche più efficaci

Al di là delle soluzioni naturali, esistono però altre tecniche di giardinaggio ampiamente collaudate in grado di ridurre le erbacce in giardino. Fra queste rientra ad esempio la sarchiatura. Si tratta di uno dei metodi tradizionali e che permette di eliminare le piante infestanti manualmente o con l’aiuto di un sarchiatore. Questo strumento consente di smuovere il terreno ed in questo modo favorisce l’eliminazione delle erbacce. La sarchiatura è inoltre molto vantaggiosa anche per l’orto, in quanto permette di smuovere le zolle più superficiali, facendo quindi prendere aria al terriccio e alle radici delle nostre piante.

Il pirodiserbo, invece, è una tecnica che consiste nel disinfestare il terreno tramite una fiamma. Tale operazione andrebbe effettuata preventivamente, in modo da evitare del tutto la nascita delle erbe infestanti. Le alte temperature, infatti, elimineranno completamente i semi o i rizomi delle erbacce già presenti nel terreno, scongiurando la crescita di nuove piante infestanti.

Infine, un’altra tecnica molto efficace è quella della solarizzazione, che consiste nello sfruttare uno shock termico naturale. In questo caso dovrai coprire le erbacce con un telo di plastica, interrandone i bordi. A questo punto potrai lasciarlo per almeno 20-30 giorni, dopo i quali il processo di disinfestazione avrà raggiunto uno strato di almeno 20 cm di suolo.